H&M ricicla i tuoi abiti

Cari amici,

come sapete se mi seguite da un po’, solitamente i comunicati di H&M relativi alle nuove aperture finiscono direttamente sulla mia pagina FB…ma stavolta l’iniziativa merita qualcosa in più.

Si tratta infatti di una iniziativa che H&M lancia, su scala mondiale, per la raccolta di abiti usati, e che partirà a Febbraio 2013 nei punti vendita H&M.

H&M sarà il primo brand di moda a lanciare su scala mondiale un progetto di questo tipo: i clienti potranno consegnare i loro capi usati nei punti vendita H&M nei 48 mercati in cui il marchio è presente.

La sostenibilità è parte integrante dell’azienda e l’obiettivo è ridurre l’impatto ambientale prodotto dagli indumenti nell’arco del loro ciclo di vita.

 “Il nostro impegno in ambito sostenibile si attua sia sul piano sociale sia su quello ambientale. Vogliamo contribuire alla tutela dell’ambiente, ecco perché offriamo ai nostri clienti la possibilità di lasciare i loro abiti usati nei punti vendita H&M”, dichiara Karl-Johan Persson, CEO di H&M.

Grazie a questa iniziativa, la clientela di H&M contribuirà a salvaguardare le risorse naturali e al tempo stesso, limitando la quantità di rifiuti tessili, a ridurre l’impatto ambientale.

Sarà possibile consegnare capi di qualsiasi marca e in qualsiasi condizione; in cambio, il cliente riceverà, per ogni borsa di indumenti usati, un buono sconto del valore di € 5 e valido per una spesa minima di 40 €.

I:Collect, partner di H&M in questo progetto, gestirà, attraverso la propria struttura, tutte le operazioni che permetteranno di restituire ai capi usati una nuova vita.

Ogni anno tonnellate di prodotti tessili finiscono nelle discariche. Tuttavia, il 95% di questi scarti potrebbe essere nuovamente utilizzato: reindossato, riutilizzato o riciclato a seconda delle sue condizioni. L’obiettivo di H&M, nel lungo periodo, è di ridurre l’impatto ambientale generato dagli indumenti e chiudere il cerchio.

H&M si propone di trovare delle soluzioni tecniche che permettano di riutilizzare e riciclare le fibre tessili su ampia scala ed è questa la ragione per cui ha fondato la Conscious Foundation: per supportare la ricerca e l’innovazione lungo tutta la catena del valore di H&M.

Io sto già facendo i sacchi…e voi??

 

Annunci

Programma "6 passi"

Ciao ragazze!

Dopo aver letto di questo ‘programma’ (link al blog di Daniela Gi, mentre questo è di Giovanna, le due creatrici), cioè “I’m a conscientious beauty addicted”…che rinomino per brevità “terapia dei sei passi” :D, ho voluto esprimere anche il mio parere in merito alla gestione dei cosmetici che già possediamo, di quelli che vorremmo e del senso di colpa :D

Quindi ecco i miei suggerimenti per affrontare la fase 1…chiamiamola fase 0, perchè secondo me sarebbe da fare prima…

Se avete letto l’articolo, sapete che la fase 1 è quella dell’inventario.

Non ho mai fatto un inventario, ma di tanto in tanto, facendo pulizia di cose vecchie, riordinando e acquistando nuovi prodotti o materiale per l’organizzazione e lo storage dei cosmetici, mi ritrovo a riconsiderare elementi che uso poco.

Mi (gli) pongo allora delle domande, rispondendo alle quali capisco se è il caso di tenerlo ancora o no:

perché ti uso poco?

1)      Sei scaduto SI (lo butto) 
  NO (domanda successiva)
   
2)      Sei passato di moda/inadatto alla mia età o ai miei gusti SI (lo butto/regalo)
  NON SO, forse in futuro potrei cambiare idea (lo tengo)
  NO (domanda successiva)
   
3)      Sei di cattiva qualità SI (lo butto)
  NON SO, forse sono io che non ho capito come devo usarlo (lo tengo e mi documento)
  NO (domanda successiva)
   
4)      La confezione, specie se MOLTO INGOMBRANTE, si è rotta o si è rotto il prodotto al tuo interno (o alcune cialde) SI, è totalmente irrecuperabile (lo butto)
  SI, si è rotta la confezione ma l’interno o parte di esso è salvo (cerco di travasarlo altrove e mi libero della confezione)
  SI, si è rotto il prodotto all’interno, è utilizzabile ma la confezione è rovinata (cerco di travasarlo altrove e mi libero della confezione)
  SI, si è rotto il prodotto all’interno, ma è utilizzabile e la confezione è ancora integra e decente (lo tengo, eliminando i residui vaganti e pulendolo per bene)
  SI, si è rotto l’interno e non è più riciclabile, ma la confezione è integra (valuto se mi può servire per combinarci qualcosaltro)
  NO (domanda successiva)
   
5)      Non stai bene su di me SI, ho già provato in 1000 modi, questo colore mi sbatte..o altro (lo regalo)
  SI, ma non ho ancora provato ad abbinarti con quell’altro o mettendoci una certa base… (lo tengo e lo lascio fuori in evidenza, magari tiro già fuori 2/3 cose con cui riprovarlo)
  SI, ma forse mescolato a un pigmento vien fuori una bella sfumatura (lo tengo e lo lascio fuori in evidenza, accanto al pigmento in questione)
  NO, sei un dupe (se è più nuovo dell’altro, lo rimetto nel cassetto, altrimenti li scambio)
  NO, sei l’unico di questo colore (domanda successiva)
   
6)      Non ho vestiti con cui abbinarti SI (ci rifletto su, è vero. Lo butto)
  SI (ci rifletto su, forse non è vero…o forse potrei comprare una magliettina o un maglione o una sciarpa da abbinarci – sempre che ne valga la pena. Gli lascio comunque ancora una chance, ma lo metto in evidenza sulla mensola)
  NO, ho parecchi vestiti con cui staresti bene (domanda successiva)
   
7)      Non ho “tempo” per metterti o non sei importante per il mio look (ma averti è una sorta di ‘MUST’) SI, ne ho accumulati fin troppi (uno o due li regalo/butto)
Ad es., metto poco gli smalti, i rossetti scuri e i rossetti in generale; anche gli EL hanno passato un periodo in cui per praticità non li mettevo quasi più, però ne avevo diversi. SI, se non ne ho altri, lo tengo perché se dovesse servire ce l’ho già
NO (domanda successiva)
   
8)      Ti ho pagato tanto, o c’è un ricordo particolare legato a te SI (gli do un’altra chance, e lo metto in evidenza)
  NO (lo regalo o lo butto)

 

Questa è la parte che mi piace di più!!

Ogni volta che riordino il mio “ciarpame” (come mi piace chiamarlo) mi paciugo mani e viso con accostamenti e prove varie!!

Normalmente ne vengo fuori con idee nuove e sfumature molto particolari :D

Tengo a precisare che questo test serve a far fuori le cose più inutilizzabili, per far posto a cose nuove e più azzeccate, se ce n’è davvero bisogno!
Non voglio assolutamente promuovere l’acquisto di altro makeup, semplicemente è un modo per fare ordine nel proprio armadietto e anche nella testa: sapendo che cos’ho di buono e cosa ho buttato so chiaramente di cosa ho bisogno!!
Considerate inoltre che se liberate un cassettino o una mensola non vanno per forza riempiti con nuovi trucchi!! Potete semplicemente distribuire meglio ciò che già avete in giro!

Vi invito a visitare
https://ilariamps.wordpress.com/2012/03/13/dipendenza-da-makeup-malattia-o-scarsa-educazione/
e
http://www.facebook.com/ProgettoSmaltimentoProdottipsp

ciao

Ilaria

Mi trovate anche qui http://www.facebook.com/IlariaMakeupPersonalShopper