Vi presento Glossip makeup

Immagine

 

Oggi vorrei parlarvi della mia esperienza con un brand italiano.

Qualche mese fa mi sono imbattuta nel sito di Glossip Make-up, rimanendo molto colpita dallo stile giovane, i colori accattivanti e il prezzo Continua a leggere

Annunci

Review pennelli Zoeva #105 #224 (più clutch)

Buongiorno care amiche, rieccomi per un nuovo post.

Quest’oggi vi parlerò di una clutch e di un paio di pennelli Continua a leggere

Nuova linea accessori – beauty e makeup

Finalmente è arrivata una serie di accessori per il trucco e la bellezza super colorati ma non super costosi, come capita spesso quando si cercano prodotti con un’estetica particolare. Vi presento quindi i prodotti già disponibili (ma ce ne sono molti altri in arrivo):


Super
Softy
–
pennello
 viso
 super‐soft
 extra
large Il primo 
pennello (
super‐soft
ed extra‐large
) è
 l’ideale
 per
 fondotinta
 in
 polvere,
 ciprie,
 terre, illuminanti
 e
 blush, insomma per le polveri da viso.
 Le
 setole
 naturali
 distribuiscono
il
 prodotto uniformemente
 e 
senza
 sprechi. Ricorda di non premere troppo nel passare il pennello, in modo da non rimuovere il fondo.

Il TIP della professionista*: per il contouring, usa sempre questo pennello, usando le tue dita per avvicinare le setole, alla base, ‘chiudendo’ il pennello e riducendone l’ampiezza. Preleva poca terra (ricorda: marrone, fredda, senza brillantini) e passa il pennello, tenendolo sempre ‘chiuso’ sulle zone che vuoi scolpire e ridurre (ad es. sotto lo zigomo, o sotto al mento, o vicino all’attaccatura dei capelli se hai la fronte alta). Prezzo:
€
11,99

Pinky
Primer
–
pennello 
viso 
doppia 
fibra Scegli 
questo pennello
 composto
 da
 una
 combinazione
 di
 setole
 naturali
 e sintetiche soprattutto per i fondi fluidi con i quali di solito si vuole ottenere un effetto naturale. Si adatta anche all’applicazione di cipria e blush per un effetto naturale.

Il TIP della professionista*: preleva poco prodotto alla volta. Nel caso del fondotinta, versane un po’ sulla mano per scaldare il prodotto e poi procedi con l’applicazione dal centro del viso verso l’esterno, a ‘fiore’: dal naso verso la fronte, dal naso verso le tempie, dal solco naso labiale al mento. Non scordare il contorno labbra.

Prezzo: €
7,99

Glow
Stick
–
pennello 
per 
fondotinta E’ il classico pennello piatto da fondo. Ogni
 professionista ne possiede più di uno perchè a seconda di come lo usi puoi ottenere una coprenza maggiore o minore: 
le
 setole
 sintetiche
 super‐fini
 di questo
 pennello 
non 
permettono 
errori 
con 
il 
fondotinta!

Il TIP della professionista*: inumidisci il pennello con acqua del rubinetto o termale per ottenere una maggiore fluidità del fondo e per una coprenza minore (ma un effetto più naturale) se non hai grandi difetti da coprire. Una volta realizzato questo primo ‘strato’ più leggero, ripassa il pennello, senza ribagnarlo, con altro fondo, dove hai discromie o piccoli difetti.

Prezzo: €
5,99

Wonder
Wheel
 – 
8 
spugne 
fondotinta

Le spugne
 sono
 realizzate
 in
 schiuma
 idrofila
 latex
 free:
 amano l’acqua 
e
 odiano
 le
 sostanze
 oleose,
 per
 questo
 durano
 più
a
 lungo.  Per
 ottenere
 il
 massimo
 bagnala
 e
 strizzala
 prima
 di
 ogni
 uso, diventerà 
più 
morbida 
e
scorrevole.
 Non 
preoccuparti
 se 
aumenta 
di volume,
 una
 volta
 asciutta
 tornerà
 come
 nuova.
 Le
 spugne
 sono
 il prodotto 
ideale 
per 
stendere
 fondotinta
 liquidi 
e 
in 
pasta.

Il TIP della professionista*: usa la parte più ampia per il viso e per zone ‘grandi’ e la parte appuntita per i dettagli come le occhiaie, le pieghe del naso o piccole discromie. Preleva il prodotto e picchietta sul viso senza sfregare.

Prezzo:
 €
3,49

Il TIP della professionista* in generale: lavare frequentemente i pennelli e soprattutto le spugne con acqua calda e sapone di marsiglia.

Minnie 
Me’s
–
set 
4 
mini
pinzette Indispensabile il kit di 4
 mini
 pinzette
 dalla
 punta
 retta,
 obliqua,
 di
 precisione
 e
 combo.
 Sono piccole
 e
 discrete,
 sempre
 a
 portata
 di
 mano
 per
 regalarti
 sopracciglia perfettamente
 curate.
 Queste
 coloratissime
 mini
 pinzette
 sono
 tutte
 in acciaio
 inox.

Prezzo:
 €
7,99

Cutiecools
–
8 
bastoncini 
manicure
 con 
punta 
abrasiva

Per una cura completa delle cuticole: spingi
le verso
 la
 radice
 dell’unghia
 usando
 il
 lato
 nudo
 del
 bastoncino; con
 l’altro lato,
 quello
 colorato,
 elimina
 i
 residui
 di
 pellicine
 dalla
 superficie dell’unghia.
 La
 parte 
colorata
 è 
abrasiva: 
ti 
aiuterà 
a 
rimuovere 
le 
cuticole da
 quelle 
zone
 dell’unghia
 che 
non 
puoi
 raggiungere 
con 
le 
lime
 classiche.

Prezzo: €
2,49

M’emery
Files
–
5
 lime
 cartone

Non
 ti
 scorderai
 mai
 di
 loro,
 queste
 coloratissime
 lime
 cartone
 sono l’ideale 
per 
prenderti 
cura
 delle
 unghie
 di 
mani 
e 
piedi. 
Non 
bagnare 
mai la 
lima 
(si ‘affloscia’ e rovina) e 
sostituiscila
 non
 appena
 la 
superficie 
abrasiva 
perde 
efficacia.

Prezzo: €
2,49

Tippy
Toze
–
set
 pedicure

Dedicato
 ai
 tuoi
 piedi:
 morbidi
 separadita
 in
 schiuma (finalmente, quelli che ho io fanno male), tronchesino 
e
 mini
lima,
 specifici 
per 
le 
unghie 
dei 
piedi.

Prezzo: €
4,49

UBU 
è 
disponibile
 in 
profumeria 
e 
nei 
migliori
 reparti 
di 
cosmetica. Cosa ne pensate? Io non vedo l’ora di provarli!

Per altri articoli su prodotti simili

———————————————————————————————————–

* la professionista in questione sarei io. Avevate dubbi? :D

Novità da Essence (per il 2013)

Ciao Ragazze!

Come sapete non amo pubblicare i comunicati stampa paro paro, cerco sempre di metterci del mio, di dare qualche parere personale o fotografare le cose dal vivo, ma stavolta non ho saputo resistere.

Se mi seguite da un po’ saprete anche che *AMO* Essence perchè, nel suo ‘piccolo’ di marchio ‘low-cost-per-ragazzine-roba-non-professionale-che-schifo-io-uso-solo-MAC’ ha sempre dimostrato di essere all’avanguardia quanto meno nelle idee, nei packaging, proponendo spesso prodotti o soluzioni (magari in formati economici) che, se esistono già nel nostro mercato (italiano) costano un sacco, oppure non esistono affatto o sono molto difficili da reperire. Uno su tutti il browkit.

Quindi mi perdonerete e capirete se oggi, ricevendo queste info dal loro ufficio stampa non ho pensato:
“aspetterò che escano per provarli e fare foto dal vivo” ma anzi “corro subito a postare tutto, sicuramente è una cosa che interesserà molte”, vero?

Nuove palettine e matite, nuovi eyeliner e mascara di cui molti WP, ciglia finte a nastro o ciuffetto, eyeliner adesivi, gloss in gel, BB cream, DUO di correttori stile Laura Mercier, spugnetta stile beauty blender, cipria che scommetto sarà ad alta percentuale di silica; 3 nuovi pigmenti (che entreranno in gamma), nuovi colori fra gli smalti crackle e i magnetici, 2 nuovi magneti, il magnete in penna, pennello a ventaglio per nail art, kit con case per gli strass ci attendono a breve.

Quindi ecco qui, paro paro, i file ricevuti oggi:

essence_update_Feb13_1m

essence_update_Feb13_2m

prodotti_rangeupdate13_essence

Ho fatto male?? :DD

I primer occhi: perchè sì, perchè no

primer

Ciao ragazze,

oggi voglio iniziare una discussione (nel senso migliore del termine), vi va?

Vi parlo della mia esperienza coi primer occhi, fatemi sapere la vostra!
————————————————————————————————————-
PREMESSA

L’eye-primer è un prodotto in genere cremoso, può essere di diversi colori e finish ma in genere è color ‘fondotinta’, cioè beige opaco. In alcuni casi può essere color oro brillante o lilla o altro ancora.

Il mio primo eye-primer (di Clarins) è entrato di diritto nel mio beauty case molto prima di iniziare a frequentare Facebook o Youtube. Ricordo che già nel 2008 sentivo la necessità di un prodotto che mi aiutasse a ‘bloccare’ l’ombretto sulla palpebra. A quei tempi facevo un altro lavoro, ero ovviamente già appassionata di makeup e vedere che nel pomeriggio il trucco si era tutto mescolato sugli occhi mi innervosiva e non poco. Prima di allora (parliamo di quasi 20 anni fa su per giù), più per un discorso di scrivenza, ero solita usare un correttore come base sulla palpebra: mi aiutava a far scrivere meglio sia ombretti sia certe matite un po’ durette. Inoltre, anche da solo, mi piaceva perchè uniformava e schiariva bene la palpebra e già da adolescente mi truccavo solo con correttore ed eyeliner!

———

Qualche giorno fa si è aperto un dibattito circa l’uso dei primer (occhi in particolare).

Molti professionisti (diciamo quelli che fanno questo lavoro da 10 o più anni) non lo conoscono nemmeno o almeno non lo conoscevano fino a pochi anni fa.

Tanti continuano comunque a non usarlo, preferendo altre tecniche molto valide, come quella di creare una base a matita e/o usare fondo e cipria.

Alcuni lo aborrono proprio e se un ‘comune mortale’ gliene parla, si inalberano, ripetendo a non finire che il primer è INUTILE, è un prodotto solo per i consumatori e fatto per vendere di più, che con le normali tecniche dei truccatori non c’è affatto bisogno di primer.

Volete sapere la mia?
La penso così:

Quando uso il primer occhi:

-quando mi trucco in fretta (e non ho tempo di usare la tecnica della matita o di cipria e fondo)
-quando mi trucco sui mezzi pubblici (e non ho tempo/modo di usare la tecnica della matita o di cipria e fondo…magari perchè non me li sono portati dietro per scelta, riducendo la quantità di prodotti da portare e usare, il peso della borsa e anche dello spazio necessario su treno e metro per sparpagliare le mie cianfrusaglie!)
-quando faccio una sposa, un video o comunque un trucco che deve durare il più possibile

Quando non lo uso:
-quando mi trucco giusto per (leggi: portare fuori il cane, uscire per un’oretta etc)
-quando faccio un servizio fotografico (non ho bisogno che il trucco duri moltissimo)
-quando ho tempo di impiegare tutte le altre tecniche o altri prodotti, sia su di me sia su modelle.

Se un prodotto può farmi accorciare i tempi o sostituirne altri 2 o 3, che male c’è ad usarlo??
Molti dicono: “ma contiene siliconi!”. Certo, perchè invece la matita, il fondo o la cipria o qualsiasi altra cosa è fatto di acqua di rose, vero? Ovviamente!!

Inoltre penso che non tutti siano bravi a farsi la base ‘a matita’, non tutti hanno il tempo o la voglia o la destrezza o ancora i prodotti giusti per le varie tecniche, dunque che senso ha bandire l’uso di un prodotto forse non professionale ma proprio per questo più adatto a chi professionista non è?

E’ un po’ come se un cuoco vi dicesse di non usare la pasta già fatta, che la pasta migliore è quella fatta in casa…sì certo, sarà anche così, ma voi avete il tempo, lo spazio, la destrezza, la voglia di farvi la pasta in casa??

Quindi la mia conclusione è: se non trovate niente di meglio, continuate a usarlo! :)))