VFNO: i miei consigli per affrontarla al meglio

Care amiche,

oggi vi scrivo per darvi qualche suggerimento su come affrontare le prossime VFNO.

Eh sì, perché anche se non ne ho mica fatte granchè (2, a Milano, GUARDA LE FOTO) mi sento di poter dare dei consigli, soprattutto per quelle di voi che ancora non ne hanno mai fatta una.

Partiamo subito:

  1. Piantina: se potete, stampate la mappa del centro della città ed evidenziate le vie in cui ci sono gli eventi. In alternativa disegnatela voi, tanto basta avere un’idea di posizioni e distanze.

Non dimenticate di segnare gli indirizzi dei negozi, completi di numero civico (a meno che non sappiate esattamente dov’è il tal negozio o che la via non sia estremamente corta), altrimenti rischiate di girare in lungo e in largo saltando dall’inizio alla fine di una via più volte per cercarli.

Mappa di Roma.

Pagina ufficiale per Firenze.

  1. Persone: inutile organizzare con 30 persone, è impossibile non perdersi ed essere d’accordo su tutto il tragitto. Inoltre, se siete anche voi blogger, potrebbe esser meglio andare con una sola amica, meglio se blogger pure lei, o addirittura da sole.  (Ps. ricordatevi i bigliettini da visita!)
  1. Pianificazione: cercate uno o più siti con l’elenco degli eventi (spero di pubblicare quelli per Roma e Firenze a breve sul mio blog), controllate bene gli orari di inizio/fine di un dato evento, a che ora arriva la tale blogger, a che ora parte la musica col dj famoso, fino a che ora si può andare a farsi fare le unghie etc etc. Considerate che nello stesso store potrebbero esserci più eventi contemporaneamente (es. Douglas, La Rinascente etc).
  1. Programmazione e controllo: fate un programma in base agli eventi che non volete mancare (alcuni inizieranno anche molto presto, verso le 19) cercando di ottimizzare il percorso sulla base delle location. Ovviamente questo va fatto in concerto con le vostre amiche.

Se gli appuntamenti sono troppi (non riuscirete mai a vedere tutto ciò che vi interessa) e troppo distanti, dividete la città in zone e valutate quella che ne offre di più e optate per quella.

Io (che non avevo bisogno della mappa precisa) ho fatto così: ho stampato l’elenco degli appuntamenti dal mio blog, ho evidenziato gli indirizzi e in fianco ad ognuno ho scritto CVE (per Corso Vittorio Emanuele), Mnapo (per Montenapoleone, Via Manzoni, Spiga, Etc), Dante e Torino (per Via Dante E Via Torino), di modo che per esempio in CVE mi fossero chiari tutti gli eventi in zona.

  1. Pioggia e vento: controllate anche il meteo e vestitevi adeguatamente (un coprispalle non guasta mai). Se mettete i tacchi, rinunciate alla clutch in favore di una borsa capiente e metteteci le ballerine.
  1. Punto di ritrovo: le comunicazioni via cellulare tendono ad essere impossibili a causa del grande assembramento di persone nella stessa zona, quindi date appuntamento alle vostre amiche in un punto ben preciso; cercate inoltre di non perderle e nel caso avvenisse, decidete un punto di ritrovo (uno per ogni zona).
  1. Parcheggio: pensate a un parcheggio dove poter lasciare l’auto, preferibilmente gratuitamente, o in alternativa a pagamento, e ovviamente al modo per raggiungere il centro città e ritorno.
  1. Prezzo: ovvero i soldi di quello che eventualmente vorrete comprare più un extra per le emergenze, fra cui un taxi per tornare a casa o per raggiungere l’auto.
  1. Portafogli: meglio lasciare a casa il portafogli ufficiale, grosso e vistoso, in favore di un borsellino da battaglia con lo stretto indispensabile: i soldi di cui sopra, il bancomat, la carta d’identità, il biglietto del bus. Situazioni come queste possono favorire gli scippi.
  1. Prodotti: non sono i saldi. Non ci sono sconti. Casomai ci sono edizioni limitate di alcuni capi/accessori.

A meno che non sia questo il caso, evitate di comprare il casco di Armani come ha fatto un mio amico, col risultato di doversi portare in giro per tutta la serata un ingombrantissimo sacchettazzo.

Se avete intenzione di comprare, cercate almeno di stare su qualcosa di piccolo e portatevi una borsa adeguata in modo da non avere mille sacchettini per le mani.

  1. Puntualità: scordatevela. Né voi né le vostre amiche sarete puntuali sull’appuntamento che vi darete. Fatevene una ragione. Ma cercate per lo meno di essere puntuali agli appuntamenti che non volete perdervi.
  1. Pictures: portatevi una macchina fotografica, controllate che ci sia la SD card e che la batteria sia carica. Fate foto ai negozi etc etc ma un paio di scatti di voi con le vostre amiche sono un bel ricordo ;)
  1. Panino: sin da subito nei negozi vi offriranno drinks più o meno alcolici; siate previdenti, portatevi un panino da casa, se vi fermate a un bar qualunque vi spennano e aspettate delle ore. Ovviamente non deve mancare dell’acqua!
  1. Passeggini, bambini e cagnolini: evitate. Non è una passeggiata di piacere, è un vero caos. Coi  passeggini fate fatica voi e vi insulteranno, i bambini in grado di camminare si annoieranno e rischieranno gomitate nei denti, i cagnolini rischiano di peggio. Andate altrove o aspettate la sera dopo!

Divertitevi!

Annunci

Che giornatina interessante!!

14/2/2012 Che giornatina interessante!!

Ero in corso Vittorio Emanuele…dopo la lezione da M.U.F.E. (presso Sephora) al piano di sotto mi sono lumata ben benino il lounge di Urban Decay (cioè l’angolo dedicato a questa marca).

Pare che lo store di Vittorio Emanuele sia l’unico con personale dedicato a questo brand, quindi troverete sempre qualcuno che conosce bene i loro (fantastici) prodotti.
Qui le foto delle ciglia fatte appunto al lounge UD.

Penso che così tante le abbiano solo qui!!

Dopodichè, non potevo non fare un salto al nuovo store di Kiko per vederlo dal vivo! E poi, tappa a La Rinascente!

Partiamo da Kiko

Cosa ho visto:
-un posto buio, rumoroso e piccolo, strapieno di gente (non perchè ce ne fosse molta, ma solo perchè era troppa rispetto allo spazio disponibile!)
-la collezione nuova e i prodotti storici, di cui qualcosa scontato.

Sono rimasta solo 10 minuti perchè non sopportavo di non potermi muovere e guardare con calma, e poi non si vedeva nulla (foto manco a parlarne!)

Comunque, cosa ne penso?
Della collezione nuova:
-palette viso e occhi: non mi hanno ispirato per nulla. Quelle occhi poi hanno colori o non mixabili fra loro o troppo neutri…per me una palette deve sempre avere almeno un colore chiaro chiaro e uno scuro scuro; e comunque sono troppo ‘attaccati’ come colori, cercando di prelevarne uno si rischia di sporcare il pennello anche con gli altri.
GIUDIZIO: a me non piacciono…se non avete di meglio potrebbe farvi comodo avere qualche colore insieme…
-blush in stick: pensavo fossero trasparenti e spalmabili, invece sembrano fondi collosi.
GIUDIZIO: non ne vale la pena
-matite labbra (sono matitoni): un rossetto e un gloss insieme? Idea carina…sembrano molto morbidi.
GIUDIZIO: se volete un prodotto comodo è quello che fa per voi.
-matite occhi (sono matitoni): come per le double glam, hanno 2 colori insieme; sono molto scriventi e morbide, gli abbinamenti a volte possono sembrare un po’ strani ma non sono male.
GIUDIZIO: se volete un prodotto comodo e avere 2 colori insieme è quello che fa per voi. Ricordate di usare un primer e/o un ombretto per fissarli.
-pennelli: ce ne sono di 2 tipi, occhi e viso. Sono doppi, sembrano morbidi, da un lato hanno le setole e dall’altro…sfumini a spugnetta. Avete capito bene: SPUGNETTE!! Quella per occhi ha il suo perchè, dopotutto; mentre pare che la spugnetta da viso serva per sfumare il blush in crema (ci credo, è così tanto ‘duro’…). Mah…
GIUDIZIO: per quel prezzo potevano fare qualcosa di meglio…

Cosa ho considerato (ma non preso):
-Ci sono una serie di rossetti a 2€ e qualcuno a un po’ di più (non ricordo quanto); se volete ampliare la vostra collezione, fateci un pensierino. Io personalmente ne ho molti e anche se mi piacerebbe comprarne qualcuno di un colore che non ho…con la scarsa luce non sarei stata in grado di decidere…
-Gli smalti a 3.90 (ma ne ho troppi e non li metto); alcuni lilla, viola, rosa sono spettacolari.
-Gli smalti crackle: una quantità infinita di colori!

Poi ho fatto un salto in Rinascente.

Cosa ho visto:
-Laura Mercier
-Shu Uemura
-Tom Ford (sapevate che fa anche makeup??)
-Giorgio Armani
-Mac

Cosa mi ha colpito?
Laura Mercier: fa delle cose carine, anche delle palette combinabili (nella stessa potete mettere sia ombretti che fard che altri prodotti). E’ famosa per un duo di correttori; a livello di primer occhi mi ha colpito perchè ne ha uno marroncino e uno azzurro, di cui ho un campione e che voglio provare appena posso.
Peccato che i colori degli ombretti siano tutti sul neutro…mancano colori shock, fluo, ma anche rossi, viola, blu, verdi, gialli. Diciamo che è famosa anche per questo, e per il fatto che Julia Roberts usi solo trucco Laura Mercier :D

-Shu Uemura: mi sembra che abbiano ridotto di molto lo spazio o comunque l’esposizione dei prodotti…4 ombretti in croce, pennelli non esposti, però moltissime ciglia finte…che delusione!! Per chi non lo sapesse, questo brand è entrato nella scuderia L’Oreal da diversi anni.
Ho anche provato il famosissimo piegaciglia (che ha vinto dei premi per il design) sulle ciglia ovviamente stratruccate di mascara.
Sono rimasta impressionata perchè le ha PIEGATE SENZA SPEZZARLE NE’ FARLE DIVENTARE UN TUTT’UNO UNA CON L’ALTRA!! Di solito capita cosi quando si usa un piegaciglia meccanico su ciglia già truccate!!
Però devo ammettere che sono un po’ male anche perchè quando ho chiesto ragguagli sulle differenze fra questo e altri strumenti simili, la signorina ha blaterato qualcosa sul fatto che avesse vinto dei premi (gliel’avevo detto che lo sapevo) e sul fatto che fosse stato citato ne “Il diavolo veste Prada”…ma cosa mi interessa?? Io voglio avere informazioni tecniche!!
mah…

-Tom Ford (sapevate che fa anche makeup??): hanno una gamma ristretta di colori e di prodotti per ora, non sapevo bene cosa guardare. Il commesso però mi ha parlato bene dei rossetti. La casa per ora è distribuita in modo abbastanza esclusivo, cioè in pochissimi punti vendita. Fa parte del gruppo Lauder (come Mac, Clinique, Smashbox ed Estee Lauder).

-Giorgio Armani: questo brand è distribuito dal gruppo L’Oreal. Ho paciugato con gli ombretti cremosi usciti già da un annetto, mi pare. Sono ancora più belli di come li ricordassi. La texture è identica agli Infallible di L’Oreal, però sono fatti con colori diversi. Mi spiego: quelli di L’Oreal sono colori assoluti, il blu è blu, il beige è beige. Quelli di Armani invece sono particolarissmi, alcuni sono duochrome. Mi piacciono perchè sono facilissimi da stendere e sfumare (ho usato le sole dita), incredibilmente piacevoli al tatto, e non vanno nelle pieghe. Unico neo: bisogna ricordarsi di chiudere la confezione dopo l’uso…L’addetta alla vendita mi ha regalato alcuni campioni di fondi diversi. Appena li provo vi saprò dire.

-Mac: ero tentatissima di prendere uno di questi paint pot, idyliac e halfwild…mi sono fatta dare un pottino con 1 punta di entrambe i colori per poterli provare con calma…perchè fondamentalmente avrei voluto prenderli entrambi: il colore che ne esce se si sovrappongono è meraviglioso!!

E’ tutto!!

Vi aggiornerò dopo le prove!

Ciao
Ila

Su FB mi trovate alla pagina http://www.facebook.com/IlariaMakeupPersonalShopper

L’Oreal: i nuovi ombretti 24ore

 

Ciao ragazzeeeee!!

Li avete già visti questiiiiii?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Link al sito L’Oreal
Sono fantastici!! Io li ho solo swatchati, i colori sono stupendi e ho avuto le mani colorate fino al giorno dopo…….

e ho fatto la doccia, lavato due volte il cane etc etc….

A parte per il prezzo…ve li consiglio!!!

ciao!

Ila