10 trucchi per ottenere l’effetto WOW dal tuo mascara

mascara colorati shaka

Una delle domande che mi fanno più spesso le mie clienti e amiche è: vale davvero la pena spendere 25, 30 euro per un mascara di marca o ci si può accontentare di uno più economico?

In genere rispondo che se per alcuni tipi di prodotto mi trovo benissimo col low cost, per 2 prodotti specifici mi fido solo di marche professionali o high end: sto parlando di fondotinta e mascara. I mascara migliori che abbia mai provato sono infatti l’effet faux cils di Yves Saint Laurent e due di Lancome, in particolare Hypnose Drama e Doll Eyes (che costano dai 24 ai 30€). Questo perché a me piace un risultato piuttosto evidente e quasi drammatico: il classico effetto ciglia finte. Per intenderci, se non fosse così complicato applicarsele in treno le indosserei non dico tutti i giorni ma quasi.

Altri mascara che ho provato magari un po’ “al volo” o di cui ho sentito parlare bene sono Smokylash di Makeupforever, New look di Dior e They’re real di Benefit. (Sappiate comunque che il mascara, un po’ come il fondotinta, reagisce in modo diverso da persona a persona!!)

Quindi la mia risposta è , vale davvero la pena spendere due soldini in più.

Il problema è che tante donne non si truccano quotidianamente o non aspirano all’effetto drammatico che piace a me, di conseguenza, per un prodotto che poi nel giro di 3, 6 mesi o si secca o per motivi igienici è consigliato non usare più, quella cifra  non è esattamente alla portata di tutti; allora in questi casi va benissimo optare per Essence, Shaka o Kiko (soprattutto in tempo di saldi hahahaha).

Sono davvero pochi i prodotti di fascia intermedia che vale la pena prendere (a mio avviso), a parte le eccezioni del Pupa Vamp (sui 12€) o di alcuni L’Oreal (sui 18€) di cui sento parlare molto bene.

[Cioè: a mio avviso se non avete grandi pretese non vale la pena spendere 15€ per qualcosa di così così, se proprio non volete spendere 25€ allora spendetene 5, anche perchè anche fra i low cost esistono prodotti ottimi!!]

Quindi come riuscire ad ottenere lo stesso risultato di un mascara costoso pur utilizzando qualcosa di più economico?

Ecco i miei tricks. [Ma sappiate sin da ora che a fronte del risparmio economico dovrete impegnarvi di più e dedicarci qualche minuto in più, perchè con mascara costosi in genere per ottenere un certo effetto non bisogna dannarsi più di tanto..ehehehehe o l’una o l’altra!!]

***

Analizzate le vostre esigenze. Prima di acquistare ricordatevi sempre di analizzare le vostre ciglia per capire in cosa mancano; cioè: sono folte ma corte, sono lunghe ma rade, sono rade e corte, sono lunghe e folte, sono sbiadite o sono dritte dritte? Saprete quindi se vi serve maggiore lunghezza, volume, curvatura o colore.

wpid-dsc_5732.jpg

mascara fluo di shaka, voi li usate?

Apriamo una parentesi, parlando di quest’ultima voce: volete qualcosa di classico (nero), o dai colori pazzerelli (fluo), oppure colorato ma sobrio (prugna, blu scuro, marrone)?

Questo tipo in particolare mi ha accompagnato per diverso tempo qualche anno fa quando mi piaceva indossare un colore fra il viola e il prugna che anche nelle giornate invernali ma leggermente soleggiate faceva risaltare il verde dei miei occhi, rimanendo comunque discreto e sembrando nero quando la luce scarseggiava.

I colori fluo invece non li consiglio affatto, se non per look artistici o casi particolari, più che altro perché è difficile trovare un mascara eccellente e così colorato, infatti se ci fate caso le marche che ho nominato non ne fanno (se non nelle limited edition estive), preferendo tonalità più sobrie perchè sono queste che permettono di enfatizzare davvero le ciglia allungando e volumizzando come i cuginetti in black, mentre i colori fluo sono quasi come ombretti: si fanno notare per il forte contrasto cromatico, e non a caso è consigliato l’abbinamento con trucco occhi più neutro.

Altre info utili circa i mascara dai colori accesi:

-per un effetto meno evidente ma comunque visibile, applicatelo solo sulle punte, dopo aver steso quello nero

-non cercate di crearne uno partendo da quello trasparente e aggiungendo pigmenti, non funziona. Infatti di solito quelli trasparenti non hanno la formulazione del mascara per ciglia ma sono solo dei fixer per sopracciglia, quindi non allungano, non curvano, non volumizzano!! Inoltre il colore non sarà mai acceso e saturo come di quelli in commercio!

***

20140828_162919

mascara fluo di shaka, voi li usate?

Cambiate. Nel caso in cui invece il vostro problema fosse che avete speso una piccola fortuna per un mascara che però non rende, c’è una cosa che potete provare a fare e cioè cambiare lo scovolino: utilizzandone un altro potrete infatti scoprire se la colpa è del bulk (cioè della crema) o appunto dello scovolino, e la prossima volta saprete se riacquistarlo o meno.

Ricordate poi che l’utilizzo di uno scovolino pulito può sempre aiutare a pettinare e a togliere i grumi dalle ciglia. Non è necessario comprare scovolini monouso (per quanto comunque si trovino in confezioni da diversi pezzi a pochi euro), si può tranquillamente usare lo spazzolino di un vecchio mascara, ovviamente dopo averlo debitamente pulito. Di solito per questa fase utilizzo acqua e sapone e magari anche una spruzzatina di Chanteclair, il mio alleato per rimuovere lo sporco da trucco veramente cattivo (ovviamente non dalla faccia ma da pennelli e accessori vari eheheheh).

scovolino di extra volume vit. B5 di Nee

scovolino di extra volume vit. B5 di Nee

scovolino del hypnose drama di Lancome, tra i miei preferiti da sempre

scovolino del phenomeneyes di Givenchy, il primo con la sferetta

scovolino del hypnose drama di Lancome, tra i miei preferiti da sempre

scovolino di hypnose drama di Lancome, tra i miei preferiti da sempre

Se scoprite che il problema sta proprio nel bulk (nome tecnico della ‘crema’ del mascara), magari è solo un po’ secco o pastoso, ma non avete un altro mascara o appunto l’avete pagato molto e vi dispiace buttarlo, provate a diluirlo con del collirio, del liquido per lenti o della soluzione fisiologica (tutti liquidi sterili che quindi non dovrebbero causare proliferazione di batteri). ATTENZIONE: aggiungete poche gocce per volta, cominciando con 2 o 3 e poi verificando quanto sia diventato liquido. Usate molta cautela, potreste spargerne in giro per il bagno o peggio ancora sul vostro viso appena truccato!

***

piegaciglia glossip

piegaciglia

Incurvate. Scontatissimo l’uso del piegaciglia, ancor di più quando è ben caldo.

A questo proposito vi posso consigliare di appoggiarlo sul calorifero, appena iniziate a truccarvi di modo che una volta che dovrete usarlo sarà caldo al punto giusto; mi raccomando prima di avvicinarlo al volto verificate con la mano che non sia bollente!

In alternativa quando è estate o quando avete fretta potete scaldarlo col phon. Se non possedete un piegaciglia sappiate che ormai li trovate ovunque a pochi euro, anche al supermercato, nei negozi dei cinesi, da Kiko, H&M, Glossip, Shaka, la marca makeup di Oviesse e Upim, insomma davvero dappertutto per 4, 5 euro al massimo! Se poi volete qualcosa di super super professionale lo trovate anche da Mac e altre case, ma andiamo su altri prezzi.

Per usarlo al meglio, avvicinatelo all’occhio e cercate di chiuderlo prendendo le ciglia alla base, premete bene, contate fino a 5, aprite, spostatelo leggermente in avanti, prendendo così i peletti un po’ più in alto e chiudete. Ripetete l’operazione fino ad arrivare alle punte. In genere bastano 3 o 4 volte per ciascun occhio. Il mascara va SEMPRE APPLICATO DOPO.

Se eventualmente lo avete applicato prima (magari solo su un occhio e quindi il risultato fra i due sarebbe differente) usate il lashcurler ma con molta delicatezza e solo sulle punte; questo dovrebbe essere sufficiente a pareggiare la situazione. Siate caute, più andate verso la base più rischiate di far “paciugare” le ciglia una con l’altra o di spezzarle!

***

wpid-dsc_5738.jpg

scovolino piegato: prima era dritto, ma io preferisco usarlo così, anche per truccare me stessa

Modellate lo scovolino. Torniamo sull’argomento ‘scovolino’: ho imparato che alcuni (non tutti) sono ‘piegabili‘ e con la nuova forma saranno molto più efficaci nella spinta delle ciglia. Sappiate che una volta piegati sono richiudibili senza che vadano raddrizzati, cosa che è comunque possibile fare. (Quello in foto era uno scovolo normalissimo).

***

Applicate like a pro. Prima regola, applicatene tanto. Seconda regola, applicate con metodo.

Se volete fare come me procedete così: anzitutto prelevate il colore senza movimenti dentro-fuori, che facilitano l’introduzione di aria facendo seccare più velocemente il rimmel, ma ruotate lo scovolino dentro al tubetto. Partite quindi sempre dalle ciglia esterne e andando verso quelle interne, prima con movimenti a zig-zag, poi dando loro una direzione verso l’interno, poi verso l’esterno e verso l’alto, specie alla coda finale. Infine raddrizzate, se necessario, quelle più interne che potrebbero aver assunto una direzione troppo inclinata verso l’esterno.

(In questo mio -vecchio- video potrete vedere cosa intendo).

Dovrete spendere almeno un minuto ad occhio per ottenere un risultato eccellente! Io impiego lo stesso tempo anche quando uso mascara ottimi, ma a maggior ragione con quelli meno performanti dovremo impegnarci di più.

***

Incurvate/bis. Se invece doveste trovarvi improvvisamente senza un lashcurler ma non volete rinunciare all’effetto incurvante, ricordatevi che basta utilizzare lo scovolino (questo il nome del ‘pennello’ del mascara) facendolo arrivare alla fine delle ciglia e spingendole indietro, in questo modo prenderanno una curvatura quasi come quella che darebbe il piegaciglia. Io uso questo metodo sempre e comunque, perchè ne aumenta ulteriormente l’effetto.

***

Stratificate. L’ho imparato a mie spese: tante volte ho provato a truccarmi con mascara diversi dal solito amico fidato perchè volevo testarli…il risultato, qualche volta, già dopo un’oretta era di sentire le ciglia praticamente nude, come se non avessi applicato quasi nulla. Ho quindi pensato di portarmi dietro un secondo mascara per ovviare a questa cosa fastidiosa. “Capirai”, direte voi, ma essere perfettamente truccate, di tutto punto, ed essere senza mascara è fastidioso…ti sembra che ti manchi qualcosa.

Questo comunque accadeva perchè avevo usato qualcosa aperto ormai da un paio di mesi e che quindi si era un po’ seccato, o magari era proprio un prodotto di bassa qualità, chi lo sa, sta di fatto che da diverso tempo ormai applico sempre due o anche 3 tipi di mascara differenti in modo da assicurare l’effetto che desidero (e ovviamente continuo a portarmene dietro un altro…che non si sa mai!! eheheheh. Potete ricorrere a qualche sample da tenere sempre in borsetta, non occupano spazio e non pesano!).

Certo se anche voi siete blogger e volete effettuare dei test non potete usare questo stratagemma hihihi.

Questo trick funziona ancora di più se uno dei mascara stesi è waterproof o comunque a lunga durata!

Vi rimando al medesimo video per maggiori chiarimenti.

***

sample ok (2)

Provate, provate & provate. Passare in profumeria e fare delle prove è d’obbligo, non comprate a scatola chiusa solo su consiglio della commessa. Ancora meglio se vi fate dare dei sample da provare a casa (spesso vengono anche regalati nei giornali), così che possiate testare con mano (la vostra) com’è davvero il prodotto. Non scordatevi di dare un’occhiate anche alle review delle blogger!! ;)) Ricordate comunque (e non finirò mai di ripeterlo) che l’effetto di un mascara può essere super su 90 donne e brutto o nulla di che su 10.

***

sample ok

Piccolo è meglio. Altro valido aiuto può provenire sempre dai sample, non solo perché ovviamente vi permettono di provare prodotti nuovi ma anche perché solitamente hanno scovolini talmente piccini da essere perfetti sia per le ciglia inferiori sia per poter andare molto più vicine alla base delle ciglia superiori e quindi riuscire a sollevarle come non si riesce con quelli più cicciotti (che io infatti odio, uso solo mascara che anche in versione full size hanno scovolini piccoli). Riuscirete così ad annerirle bene sin dalla radice e creare quasi l’effetto di una riga molto sottile di eyeliner.

(Un piccolo ma doveroso ringraziamento va alla mia amica Simona che mi fa sempre dei pensierini e difatti alcuni di questi, forse tutti, sono regali suoi).

In realtà esistono anche dei mascara che in versione full size hanno lo scovolo minuscolo: Dior New look ne è un esempio, mentre Clinique e Maybelline hanno creato qualcosa ad hoc per le ciglia inferiori.

***

Aggiungete. Il giorno che avrete bisogno che il vostro mascara da due euro vi faccia fare bella figura, potete optare per 2 soluzioni:

aggiungere (all’angolo esterno dell’occhio) 2 o 3 ciuffetti di ciglia finte per occhio (scegliete tranquillamente quelle di essence, con relativa colla, funzionano perfettamente e sono molto naturali)

ciglia finte a ciuffetti di diverse lunghezze essence

ciglia finte a ciuffetti di diverse lunghezze

aggiungere le fibre sintetiche (nylon): però attenzione: non so se sono io particolarmente imbranata, ma quando ho usato quelle nere di PaolaP ho sempre creato un macello, perchè cadono sulle guance. Ho chiesto consiglio direttamente a PaolaP in persona, la quale mi ha suggerito di abbondare col mascara, che va steso sia prima sia dopo le fibre. Nulla da fare, l’effetto è sempre quello. Diverso il discorso con quelle di Essence che invece sono bianche e quindi anche in caso di dispersione sul viso non si notano.

fibre sintetiche essence

fibre sintetiche

Queste le uso da poco devo ammettere, ma qualche settimana fa facendo una prova con una sposa dalle ciglia molto lunghe ma poco folte, devo dire che fra i 2 occhi (su uno non le avevo applicate) la differenza era notevole!!

Per farvi capire meglio la differenza ho pensato di fare delle foto forse amatoriali ma con la dovuta luce (clicca per ingrandire):

Con queste ultime foto (dei miei preferiti) vi saluto, sperando come sempre di avervi dato qualche spunto interessante! E se per caso cercate consigli simili sul CORRETTORE

i miei preferiti fra i costosi

i miei preferiti fra i costosi: lancome, ysl, bare minerals, smashbox…

wpid-dsc_5754.jpg

Prodotti lowcost: i miei preferiti sono di shaka, essence, maxfactor

4 thoughts on “10 trucchi per ottenere l’effetto WOW dal tuo mascara

  1. Pingback: Blush perfetto: piccola guida alla scelta e all’uso del blush in polvere | Ilaria MPS – Makeup Personal Shopper

  2. Pingback: 10 segreti dei makeup artist (prima parte) | Ilaria MPS – Makeup Personal Shopper

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...