Vi presento Glossip makeup

 

Oggi vorrei parlarvi della mia esperienza con un brand italiano.

Qualche mese fa mi sono imbattuta nel sito di Glossip Make-up, rimanendo molto colpita dallo stile giovane, i colori accattivanti e il prezzo medio abbordabile.

Facendo qualche ricerca sono riuscita a trovare il loro ufficio stampa e la PR è stata tanto carina da volermi inviare qualche prodotto in prova.

Come forse vi sarete accorte non è mia abitudine fare review in tempi stretti, mi piace provare per diverse settimane.

A volte mi riesce difficile perché ho questa abitudine di truccarmi sul treno, quindi sono ‘costretta’ a usare solo determinati prodotti: cose che conosco già bene o cose che rispondano a certi requisiti in termini di compattezza, comodità, peso e combinazione di colori.

Con Glossip però sono riuscita a trovare qualcosa di veramente valido e che quindi mi porto spesso (quasi sempre) in borsa.

Ma andiamo con ordine. Vi presento il brand e poi vi dico cosa ne penso:

“Brand italiano, costola di un’azienda presente sul mercato cosmetico da decenni, Glossip è un nuovo spazio dedicato al make-up, attento alle tendenze più attuali, che si presenta con uno store femminile, estremamente coinvolgente e seducente: colorato, esplosivo, ad alto tasso di energia, ha un carattere ben definito che denota stile e personalità originali rendendolo memorabile. Il concept racconta la bellezza con il gusto tipicamente italiano svelando una politica dei prezzi inaspettatamente smart che rende il marchio accessibile a tutte le donne.

Glossip è pensato per chi ha un’autentica passione per i trucchi, per chi adora sperimentare nuove idee beauty e reinventarsi ogni giorno con un look diverso. E’ il luogo in cui scoprire, per mano di truccatrici esperte, oltre 500 colori di make-up ma anche il meglio dello skincare, profumi che rispecchiano la personalità di ogni donna e accessori professionali.

Attento a cogliere e a ricercare i segnali che provengono dall’ambiente fashion e dallo star-system con il lancio costante di collezioni stagionali limited edition e prodotti unici, Glossip Make-up è anche lo specialista dei problem-solver, i Secrets by Glossip, segreti di bellezza rubati ai make-up artist professionisti che regalano un trucco perfetto come quello delle modelle durante le sfilate e i servizi fotografici.

A garanzia della qualità dei prodotti: test dermatologici e oftalmici, selezione accurata delle materie prime, alti standard di sicurezza e purezza, controlli sulla qualità delle performance e avanzata ricerca tecnologica.”

Quando ho contattato il loro ufficio stampa (si parla ancora del 2013) avevo in mente una bella collezione fluo (guarda tutte le collezioni passate), la Neonlove, e avevo notato alcune review: mi sembrava proprio bellissima. “I colori accesi fanno proprio per me, è il brand dei miei sogni!” – ho pensato. (Trovi recensioni di questa collezione QUI)

 

prodotti ricevuti

Alcuni dei prodotti ricevuti

Quando poi ho ricevuto il pacchettino a casa, sono sincera, inizialmente sono rimasta un po’ delusa.

Ho ricevuto infatti alcuni cosmetici della “Yes, I’m a lady”, una collezione senz’altro più sobria e defilata, essendo dedicata all’autunno.

MA, sorpresa sorpresa, mi piace molto! E visto che è ancora disponibile, per giunta scontata al 50%, ve ne voglio parlare.

Vediamo insieme i prodotti (clicca sulle foto per ingrandire e vedere i dettagli):

Quello che più uso e che porto sempre con me è la palettina (01 Naked):

palette (3)

Dal packaging vagamente retrò e vintage, ricorda alcuni brand più famosi (e costosi!), molto compatta e pratica ed è provvista di uno specchio alloggiato nel coperchio e ‘trattenuto’ dalla “G” di Glossip makeup. Questa palette contiene 4 ombretti dalla pigmentazione media, ma proprio per questo perfetta per un trucco veloce e realizzato in condizioni di luce non ottimali:

un lilla cupo, opaco, che adoro applicare sull’esterno della palpebra mobile, sfumandolo verso il bianco messo all’interno.
palettedun grigio ‘taupe’ e un marrone freddo, entrambi opachi, perfetti per la piega;

un bianco leggerissimamente glitterato ma opaco, perfetto anche per un punto luce sotto l’arcata;palettea

 

Chiaramente si può amplificare la pigmentazione usando come base una matita bianca oppure usando un pennello appena umido e sfumando poi molto bene.

Ovviamente non uso solo questi colori per un trucco completo nel mio solito stile (cioè molto molto colorato e vistoso) ma mi basta semplicemente aggiungere un paio di ombretti verdi o rosa o viola accesi, usando poi questa palette per il ‘contorno’.

E’, ad ogni modo, molto valida se si vuole realizzare qualcosa di veloce e a prova di errore, anche con una mano sola saltellando su un piede: questa palette, in questo senso, è davvero completa e pratica. Non ultimo, voglio menzionare il fatto che, sia il packaging sia le singole cialde, stanno resistendo davvero bene ai miei ‘crush test’: in quasi sei mesi di uso costante, né l’uno né le altre hanno mostrato segni di rottura o cedimento.

Se vi interessa è ancora disponibile, peraltro anche sui toni del blu, che francamente sono in un certo senso contenta di non aver ricevuto: sarebbe stata l’ennesima su quei toni, mentre la 01 la sfrutto molto di più dato che appunto fa da contorno a qualsiasi colore e qualsiasi look io scelga.

palette sul blu e verde

palette sul blu e verde

Altra chicca è il blush in crema (n. 10): mi piace per il packaging (fornito di specchio) e la texture (si sfuma molto facilmente), anche se per i miei colori avrei preferito qualcosa di più rosato (disponibile).

fard dettaglio (4)

 

red star

red star, l’altra colorazione

Amo comunque usarlo come base per poi applicare un blush in polvere rosato ed ottenere quindi un effetto molto più naturale rispetto all’uso di una singola sfumatura.

(Intendo dire che se devo scegliere fra 2 blush, uno tutto aranciato e uno tutto rosato, preferisco il secondo, ma che comunque in genere ‘costruisco’ il mio colore perfetto sovrapponendo queste 2 sfumature, che a volte vengono racchiuse in un unico prodotto).

retro blush e palette

retro blush e palette

 

Terzo prodotto che uso di frequente è il rossetto (n. 26): come vedete è ben pigmentato, contiene inoltre vitamina E. Qui sotto vedete gli swatch di rossetto (una doppia passata, passata semplice, passata sfumata) e blush.

swatch con fard

In quanto a durata non mi espongo: su di me neppure il trucco semipermanente durerebbe, penso.

Non sono assolutamente quel tipo di donna che sa come tenersi il rossetto sulle labbra: parlo, mangio, bevo senza curarmene minimamente. Se e quando mi interessa che duri, eventualmente, traggo beneficio dalle tecniche del MUA professionista, che però richiedono qualche minuto in più.

Ad ogni modo mi piace proprio per il colore: un bel punto di rosa scuro che però, applicato con leggerezza, rimane abbastanza trasparente. Io faccio così: lo applico al centro del labbro inferiore e poi lo stendo col dito, oppure lo applico col dito picchiettando.

Lo adoro per questo: lo metto in borsa e quando serve lo stendo senza nemmeno guardarmi allo specchio, mi basta un tocco leggero e sono a posto : )

Qui sotto vedete lo swatch: doppia passata, passata semplice e sotto anche passata sfumata

swatch  (3)

swatch

lipstick

lipstick

Quarto prodotto: il kajal (n. 01): questo purtroppo non mi piace.

Non credo sia colpa “sua”: penso che a me i kajal fatti in questo modo non resistano a causa dei miei occhi; forse a causa delle lenti a contatto, ammicco di più e li faccio scivolare tutti via! Si può comunque ‘riciclare’ usandolo al posto della matita sotto la rima inferiore o sopra quella superiore per tracciare la riga nera.

kajal e swatch, passata intensa e passata sottile

kajal e swatch

retro stick

retro kajal e rossetto

 

Quinto e sesto prodotto, gli ombretti cotti verde e blu (02 Dolve vita e 03 The fabolous blue): in polvere compatta, dalla texture setosa, con finish satinato (quindi opaco ma luminoso), risultano molto belli se usati, ad esempio, per uno smokey eyes, accompagnando quindi il nero verso il punto luce.
Anche questi li uso spesso bagnati, risultano molto più intensi!
Nelle foto vedete infatti una sorta di macchietta al centro del blu…è colpa dell’acqua! Ma niente paura non si rovina!

Perdonate la foto: ahimè, il verde è arrivato rotto e ho dovuto ricompattarlo come meglio ho potuto.

swatch mano

swatch mano

swatch dita

swatch dita

ombretti glossip

ombretti glossip

retro ombretti

retro ombretti

chiusi

chiusi

 

Quindi per concludere, cosa penso di questo brand? Penso solo cose positive! Come dicevo, prezzo medio piuttosto basso ma prodotti sfiziosi, bei colori, packaging sobrio e non pretenzioso ma tuttavia resistente e carino, senza fronzoli inutili. Il sito è anche facile da navigare e potete trovare facilmente il negozio a voi più vicino se amate toccare con mano prima di comprare.

E voi avete già provato qualcosa di questo brand? Cosa ne pensate?

A presto!

ps.: Leggi la review di MyBeautypedia su questa collezione!

15 thoughts on “Vi presento Glossip makeup

  1. Oddio per me Glossip e’ un marchio davvero scadente.. Sembra la versione cinese della kiko..
    Solo che te la vendono un un posto che sembra far Figo.
    A parte che sono stata servita da una che non mi mollava più e con la tecnica degli sconti ti fanno uscire con molte più cose che non ti servivano.
    Ma che ci si aspetta da prodotti che scontano del 40,50,70%?? Bah.. Mi sa di una catena che salta fuori proprio quando c’è crisi per accontentare quelli che hanno poca disponibilità e si spiattellano qualunque cosa pur di truccarsi.. Voto 0 e comunque,matite che dopo dieci min sbavano,fondotinta che fan venire sfoghi di brufoletti,primer super occludenti.. No no lasciamo stare

    • Ciao grazie x il commento. Guarda devo andare x la prima volta in negozio martedì…ti saprò dire. Io x ora ho provato quello che vedi e hai potuto capire cosa ne penso. Mi spiace che ti sia trovata male. Da mua ti dico che x andare sul sicuro su certi prodotti vado sparata sul professionale,mentre x altri uso tranquillamente Kiko o essence… La storia della percentuale di sconto non ha senso: mac sconta del 40 B chi ha la tessera! Il makeup al produttore costa molto poco, credimi, sono andata a parlare con alcune aziende quando facevo da consulente x una linea…si parla di quaranta centesimi x una matita, ed è un prezzo già molto alto. Quindi figurati…
      A presto!

  2. Pingback: Blush perfetto: piccola guida alla scelta e all’uso del blush in polvere | Ilaria MPS – Makeup Personal Shopper

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...